contatto@con-consapevolezza.com
Prendi consapevolezza dei tuoi sentimenti per cambiare la tua vita
freeGraphicToday/Pixabay.com

Prendi consapevolezza dei tuoi sentimenti per cambiare la tua vita

Ti è mai capitato di avere il cuore spezzato e di esserti aperta con una tua amica? Sicuramente sì. Forse hai avuto la fortuna di avere qualcuno che ti ascoltasse senza giudicare, senza dire la sua, che mostrasse soltanto empatia e al massimo ti abbracciasse per consolarti. Forse invece ti è capitato più volte che ti venisse detto: “dimenticalo/a!”, “riprenditi!”, “non ci pensare più”, “guarda avanti” etc. Sicuramente la persona che ti ha detto questo non aveva intenzioni negative, semplicemente ha anche lei ricevuto sempre lo stesso messaggio, e cioè che ogni sentimento negativo va ignorato e superato a ogni costo, in un baleno. Infatti la società e l’educazione ci insegna spesso a reprimere i nostri sentimenti, ad andare avanti senza fermarci un attimo. Quando parlo di sentimenti, intendo soprattutto quelli negativi:

  • Tristezza
  • Invidia
  • Rabbia
  • Frustrazione
  • Paura

per nominarne alcuni. A volte si tratta anche di sensazioni senza nome che non riusciamo nemmeno a individuare con la razionalità.

È possibile che la soppressione dei sentimenti o la distrazione abbia degli effetti positivi sul momento. Alla lunga però ci allontana da noi stessi. Per molto tempo ho cercato di camuffare la mia tristezza con il buon umore, l’invidia con pensieri positivi, di affrontare la rabbia stringendo i denti e la paura ignorandola.

Perché invece è importante riprendersi in mano i propri sentimenti? Ci sono molte ragioni per rispondere affermativamente a questa domanda. Proverò a elencarne alcune.

Perché ci mette in contatto con il nostro vero io. E questo alla lunga porta a percepire i nostri veri desideri, i nostri gusti, i nostri scopi con cristallina chiarezza.

Perché oltre a percepire i sentimenti negativi, impariamo a gustare meglio le sensazioni positive e la felicità.

Perché percepirli ci permette davvero di affrontarli e di trasformarli in maniera efficace.

Perché soltanto la percezione a volte li fa scorrere subito e si ritrova carica, energia e motivazione.

E non ultima fondamentale ragione: Percepire i tuoi sentimenti ti permette di rafforzare la tua intuizione!

Come percepire i propri sentimenti senza cadere nel “dramma”

Quando ho cominciato a prendere consapevolezza dei miei sentimenti e a non evitarli o reprimerli, avevo paura di avere reazioni sconsiderate, di rimanere incastrata in un oceano di tristezza dal quale non avrei saputo più uscire. È vero che in un primo momento si scopre di essere molto più sensibili di quanto non si pensasse: improvvisamente la corazza si scioglie e vengono fuori forse dettagli della tua sensibilità che non avresti mai pensato. Devo ammettere che questo processo non scorre sempre in maniera facile. Ma ne vale la pena al cento per cento!

Quando ho iniziato a percepire i miei sentimenti e le mie emozioni più profonde, era importante per me immettermi in un ruolo di osservatrice, senza reagire ad ogni mio sentimento o cadere nel dramma, quanto semplicemente prendere consapevolezza: “Oh, questa cosa non è in apparenza grave, ma mi ha ferito”, “Questo cibo mi ha fatto male”, “Stamattina il mio morale non è alle stelle”, “oggi il mio livello di energia è basso”. Immettersi nel ruolo di osservatore o osservatrice ci permette di ascoltare senza giudicare, di prenderci tempo e cura di noi stessi. Il metodo più veloce per riappropriarsi dei propri sentimenti secondo la mia esperienza è la meditazione e il percepire i propri sentimenti ed emozioni nel corpo.

Il corpo è il veicolo per la percezione dei sentimenti non elaborati

Prima di avere questo percorso di crescita personale, soffrivo spesso di mal di pancia inspiegabili che adesso non ho più. Il mio stile di vita è cambiato diventando automaticamente più salutare, senza forzarmi né in diete, né in sport. Più volte mi capita parlando con le persone di sentire che hanno diversi dolori nel corpo. Chi soffre di mal di schiena, chi ha le spalle sempre in tensione, chi soffre di mal di pancia e reflusso. Mi sono resa conto che il corpo accumula sentimenti ed emozioni repressi che si manifestano in dolore fisico. Ecco perché il corpo è il veicolo di sentimenti accumulati da anni e non elaborati. Stress, tensione, ansia, tristezza si manifestano in dolori vari ed eventuali. Quando rivolgiamo finalmente la nostra attenzione e consapevolezza al corpo per prima cosa ci rilassiamo e questo è il punto di partenza per la trasformazione. Il corpo ne è grato: “Wow finalmente si occupa di me ;-)!” Percepire di cosa ha realmente bisogno il corpo è un’esperienza meravigliosa, trasformativa. Attività come yoga ma anche altri sport fatti con consapevolezza, possono aiutare ad avere una grande intesa con il proprio corpo e a conoscerlo meglio. (DISCLAIMER : Mi raccomando, cercare di trovare un modo alternativo alla cura del corpo, non vuol dire non andare dal medico per consultarsi su sintomi e dolori non chiari!).

Il metodo più efficace per fare scorrere i sentimenti negativi è percepirli

Sembra la più grossa contraddizione, affermare che percependo i propri sentimenti, essi si possano superare. E invece…. è proprio così. Forse non succede in automatico con qualunque sentimento. Ci sono delle emozioni che trasportiamo dentro noi stessi da anni e che sono diventati veri e propri ghiacciai o ice berg. Quelle hanno bisogno di un trattamento più intensivo..;-) Ma emozioni passeggere che prima mi avrebbero rovinato un pomeriggio perché me le sarei trasportate inconsapevolmente dentro di me, quelle sì è possibile trasformarle con una semplice meditazione. Chiudi gli occhi e lascia la tua consapevolezza scendere nella tua interiorità, percepisci il tuo corpo, i tuoi piedi, il tuo bacino, la tua pancia, le tue braccia. Come si manifesta l’emozione o il sentimento che stai provando? Prova ad ascoltare, semplicemente ad ascoltare la tua interiorità. Tutti i sentimenti, le emozioni e sensazioni che affiorano sono legittime. Non sei una persona stupida o di meno valore se qualcosa ti ferisce più che agli altri, o se sei invidiosa di un’altra persona o se provi rabbia. Prova ad ascoltare senza giudicare. Dopo un po’ ti renderai conto che il respiro scorre dentro di te. Prova a percepire il respiro: in che ritmo scorre? Regolare? Irregolare? È profondo o no? Osserva senza volere cambiare nulla. Osserva lo scorrere del tuo respiro che come l’acqua pulisce e fa scorrere le emozioni indesiderate.

Mentre rivolgi l’attenzione dentro di te stai creando spazio.

Lo spazio che ci vuole affinché la vita e l’energia vitale scorrano di nuovo.

Non giudicando ciò che provi ti apri alla tua trasformazione.

Abbi fiducia in questo processo, è l’inizio del cambiamento!

Lascia un commento

Chiudi il menu